Gjirokastra

PREFETTURA

Argirocastro

ABITANTI

Circa 25.000

 

SUPERFICIE

469,25 km2

La città

Attrazioni

La città di Gjirokaster si trova nel sud dell’Albania, a circa 200 chilometri dalla capitale, vicino Kakavije, valico di frontiera verso la Grecia.

E’ una città dalla straordinaria architettura, indicato come sito UNESCO dal 2005. Ciò che rende la città molto attraente è l’uso intensivo di pietra utilizzata nella costruzione delle case, che assomigliano a piccole fortezze, ma anche le strade di ciottoli che circondano i bazar: per questo motivo la città è anche conosciuta come la “Città di Pietra”.

Gjirokastra è la città natale di molti personaggi storici e personaggi della vita albanese: tra tutti Ismail Kadare, scrittore contemporaneo premio nobel.

Sicuramente da visitare il castello Gjirokaster, alto 336 metri, è il più grande in tutta l’Albania costruito su un grande masso di roccia che assomiglia con un’immensa nave, ma anche il museo militare, inaugurato nel 1971, espone i cimeli della resistenza comunista e le armi della Seconda Guerra Mondiale.

I turisti possono anche visitare il Museo Etnografico, nel quartiere Palorto e, nella stessa zona, le Case Zekate, fortificate con alte torri in pietra. Gjirokaster è il luogo dove prende vita il National Folk Festival, evento folcloristico di respiro internazionale.

Tra i siti archeologici il più importante è la città antica di Antigone.

 

Gastronomia

Nel territorio ha una grande importanza l’allevamento del bestiame, comprese alcune piccole produzioni di carni biologiche che qui stanno guadagnando popolarità.

Gjirokastra, in particolare, conta diversi grandi caseifici: la produzione di latte industriale (da mucche e pecore) si traduce nella produzione di una varietà di yogurt deliziosi, di formaggi e di altre produzioni a base di latte; qui si produce il famoso yogurt di pecora, così denso che deve essere tagliato con il coltello per essere mangiato.

Alcuni antipasti tipici serviti nelle regioni intorno Girokastra sono a base di carne e formaggio, nonchè torte e zuppe con limone e riso.

Tra i dolci sicuramente da ricordare il baklava, a base di frutta secca e miele.

Qifqi

Cosa

Come

 

 

 

Una tazza di riso

3-4 uova

2 tazze di caffè di olio d’oliva

Menta

Pepe

Sale

 

 

Pulire e lavare il riso.

Portarlo ad ebollizione fino a quando non si asciuga.

Lascia raffreddare, quindi, aggiungere le uova una alla volta, menta, sale e pepe, mescolando bene.

Mettete l’olio di oliva in una padella e riempirla con il composto preparato.

Mettete la teglia sul fuoco.

Fare dorare le palline di riso su entrambi i lati, quindi uscirli dalla padella e servire caldi.