Nis

DISTRETTO

Nisava

ABITANTI

Circa 260.000

 

 

SUPERFICIE

597 km2

 

La città

Attrazioni

Nis è una città della Serbia, attraversata dal fiume Nišava e composta da cinque distinti distretti.

Niš è il centro amministrativo del distretto di Nišava di Serbia. Situata all’incrocio delle autostrade balcaniche ed europee che connettono l’Asia Minore all’Europa, Niš è una delle città più antiche dei Balcani e viene considerata dai tempi antichi una delle porte d’ingresso tra l’oriente e l’occidente.

Niš è un centro universitario, nonchè uno dei più importanti centri industriali in Serbia, un centro dell’industria elettronica, dell’ingegneria meccanica, del tessile e del tabacco.

Tra le principali attrazioni turistiche della città sono da ricordare: La basilica cristiana del IV secolo, uno dei monumenti cristiani più antichi, la Torre dei Teschi (Ćele kula), una torre che incorpora teschi umani nella costruzione, monumento unico nel suo design, Tvrdjava la fortezza turca nel centro della città, Mediana un sito archeologico di una villa imperiale romana, Kazandžisko Sokače, esempio di architettura originale ottomana. Numerosi anche i musei, tra cui il Museo Cittadino, il Museo dell’Istituto di Salute Pubblica Pasteur, il Museo-Prigione da campo della Crveni Krst.

Gastronomia

Un pranzo tradizionale si apre con la čorba (minestra con carne e/o interiora di vitello ).

Oltre alle pietanze da cucchiaio, come primo piatto si può inserire la srpska gibanica, una sfoglia riempita con formaggio fresco.

Il piatto tipico della gastronomia cittadina è il Borek; con il termine börek, ci si riferisce in turco a ogni piatto a base di yufka e il nome deriva dal tema turco bur (arrotolare). In Serbia e Bosnia, dove è oramai diventato uno dei piatti nazionali, questa variante viene  fatta come una torta di pasta fillo a una decina di strati con solo formaggio non stagionato e tagliata a triangoli; in base al ripieno assume nomi differenti, il più classico è il burek ripieno di carne macinata e spezie o di formaggio.

 

Burek

Cosa

Come

 

200 gr farina integrale di frumento

100 gr formaggio fresco

1 Uovo

1 Cipolla media

1 Yogurt naturale

1 cucchiaio Olio extravergine

1/2 cucchiaino lievito

1 cucchiaino prezzemolo tritato

Sale e pepe quanto basta

Dopo aver mescolato il lievito alla farina, disponetela a fontana sul piano da lavoro, versate nell’incavo l’uovo, lo yogurt e l’olio, lavorate adeguatamente, salate, pepate generosamente e ricavate un impasto liscio e morbido. Lasciatelo quindi riposare al fresco per mezzora e nel frattempo sbucciate la cipolla, tritatela finemente e quindi mescolatela al formaggio sbriciolato e al prezzemolo tritato, mescolando bene sino a ottenere un impasto omogeneo, che aromatizzerete con un po’ di pepe. Trascorso il tempo previsto, dividete l’impasto di farina in pallottole grosse quanto una noce e introducete in ciascuna un po’ della crema di formaggio. Poi collocatele su una teglia da forno appena unta d’olio, appiattitele leggermente e cuocetele in forno a calore moderato, così che possano dorare.