Novi Sad

DISTRETTO

Backa Meridionale

ABITANTI

Circa 400.000

 

SUPERFICIE

129,40 km2

La città

Attrazioni

Novi Sad è una città situata nel nord della Serbia, sulle rive del Danubio. È il capoluogo della Vojvodina e del distretto della Bačka meridionale ed è un importante centro culturale ed industriale.

Sul territorio della odierna Novi Sad esistevano già nella preistoria insediamenti umani.

Novi Sad si distingue per la mescolanza di numerose culture: è stata, lungo la sua storia, un importante crocevia di popolazioni, sia per ragioni storiche sia politiche; per questo motivo è chiamata con nomi differenti dai diversi popoli che l’hanno raggiunta o con cui la città ha avuto rapporti commerciali.

Una delle attrazioni turistiche più note di Novi Sad è la Fortezza di Petrovaradino, nata come cittadella romana e divenuta nel XIII secolo convento cistercense.

Mete di numerosi visitatori ogni anno sono anche il parco nazionale della Fruška Gora, e il paese di Sremski Karlovci.

Sulla Piazza della Libertà si affacciano alcuni degli edifici più significativi: il Municipio, il Palazzo della Banca della Vojvodina e quello della Novosadska štedionica, la Cassa di risparmio, l’Uomo di ferro e la parrocchia cattolica costruita nel 1895 in stile neogotico, di cui spicca la torre dell’orologio. Non lontano da Novi Sad troviamo il Parco nazionale di Fruška Gora.

Gastronomia

La cucina tradizionale di Vojvodina prevede tra gli antipasti il prosciutto casereccio, la pancetta di Banat, i ciccioli (paorski čvarci), la soppressata (švargla), la salsiccia di Srem, la salsiccia slovacca (slovački kulen), i formaggi (švapski, banatski e somborski).

Si passa agli antipasti caldi: torta salata (gibanica), tortino di mais con ciccioli e formaggio (proja sa sirom i čvarcima), minestre e creme con pasta fatta in casa. Infine, qualcosa di dolce è d’obbligo: lo strudel con i semi di papavero, con le noci o con le ciliegie, la torta di mele e “dulek-torta”, le ciambelle, i biscotti “vanilice” e le spumose e morbide “šnenokle” di bianco d’uovo.

Le grappe fatte in casa e i vini hanno profumi e sapori intensi, tra questi il Karlovački Bermet.

Strudel ai semi di papavero

Cosa

Come

PER LA PASTA

250g di burro

100g di zucchero

1 cucchiaino di sale

300ml di latte caldo

Scorza grattugiata e succo di 1 limone

2 uova

600g di farina e 1 lievito

PER IL RIPIENO

400g di semi di papavero macinati

300g di zucchero

300ml di latte

Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formate 2  palle coprire e lasciare riposare al caldo per 60 minuti. Stendetelo con il mattarello su di una spianatoia fino a formare un rettangolo che abbia il lato più lungo di cm 33-35 circa. Formare 2 rettangoli. Spalmate il ripieno sul 2 rotoli.

Arrotolate la sfoglia farcita sul lato più lungo fino ad ottenere un cilindro. Foderate con carta forno una teglia della lunghezza di almeno cm 35, disponeteci sopra il rotoli e lasciatelo lievitare per almeno mezz’ora o fino a che non si gonfi per bene raddoppiando il suo volume. Prima di infornare il rotoli, spennellatelo con l’uovo sbattuto.

Infornate in forno già caldo per 50 minuti a 180°.

Sfornate il rotolo, lasciatelo raffreddare e poi tagliatelo a fette.